SIGILLI AGLI ANIMOSI: ZUBBANI RISPONDE

Il sindaco Zubbani ha risposto alla richiesta di chiarimenti, inviando l'assessore Bernardi invece di un tecnico (o dell'assessora Bernardini). Due certezze: l'incontro di domani con le scuole di danza e i tempi imprecisati per la riapertura degli Animosi.

0
1589
Oggi ha avuto luogo il sit-in di fronte al Teatro sotto sequestro, dove hanno partecipato le scuole di danza locali. Le stesse che si sono viste chiudere il Teatro in prossimità dei saggi, con evidenti disagi anche di tipo economico.
Contemporaneamente all’organizzazione dell’evento, è stata inviata via mail una missiva al sindaco Angelo Zubbani. Di seguito alcune righe:
“La presente missiva è per invitare lei o chi per lei a rappresentare il Comune di Carrara. Nessuna sgarbatezza, nessuna accusa. Una semplice domanda, perché?
Una spiegazione dovuta a dei bambini che, con l’enfasi che li distingue, hanno lavorato duramente per uno spettacolo che – ad oggi – è in forse.”
Pochi minuti prima dell’inizio del sit-in è arrivata la risposta del Sindaco, che riportiamo integralmente.
Buonasera,
riscontro il gradito invito per il Sit-In di fronte al Teatro degli Animosi per comunicare che essendo impegnato per affrontare la questione che mi riguarda dal punto di vista giudiziario, ho delegato l’Assessore Bernardi a rappresentarmi. Entro le ore 17 vi raggiungerà.
Ritengo che i lavori fatti sul Teatro, pur con i tempi più lunghi del previsto, lo abbiano reso adeguato alle esigenze di sicurezza ed è sulla base della documentazione agli atti che da gennaio in poi ho autorizzato la sua apertura per la stagione teatrale con la certezza di operare in piena sicurezza appunto.
Gli uffici tecnici comunali ed i professionisti esterni sono impegnati per risolvere le questioni relative alle prescrizioni dei Vigili del Fuoco per cui sarà cura dell’Amministrazione Comunale informare la città sui possibili tempi di esecuzione degli interventi compatibilmente con le decisioni dell’autorità giudiziaria.
Sono davvero dispiaciuto che il programma delle Scuole di danza sia stato messo in discussione ma siamo disponibili ad affrontare la situazione con un incontro con i rappresentanti delle stesse scuole per esaminare le possibili soluzioni alternative.
Con i migliori saluti,
Angelo Zubbani
Effettivamente è giunto, verso le 16, l’assessore Bernardi. Le risposte sono state evasive (e a tratti non propriamente concilianti, ndr). Egli stesso ha ammesso di non essere informato nello specifico della situazione nonché dei tempi di riapertura in quanto “essendo assessore all’urbanistica non è tenuto a conoscere i dettagli tecnici”.
Al di là del domandarsi perché sia stato mandato un rappresentante certamente dell’amministrazione ma totalmente privo di risposte concrete per insegnanti e genitori (a differenza di quanto avrebbe potuto riferire un tecnico, ndr), si sottolinea comunque l’impegno del Sindaco ad incontrare una delegazione delle scuole di danza nella giornata di domani.
Assemblea Permanente si è fatta premura di creare un ponte diretto, immediato ed efficace fra l’amministrazione e queste vere e proprie eccellenze artistiche della nostra Città. Eccellenze che hanno dovuto fare i conti – fino ad oggi e chissà ancora per quanto – con la mancanza di un teatro per le proprie rappresentazioni.

Commenti