“FRANCHI E MAFIA”… ANCHE IN VENETO SE NE PARLA

Un nostro articolo su Alberto Franchi compare nel quotidiano online notizieveneto.it, uguale in tutto e per tutto. E pubblicato 4 giorni prima, tra l'altro.

1
1147

Ebbene sì: anche nel Veneto si disquisisce di Alberto Franchi e delle sue disavventure. Di più: l’articolo – identico a quello presente in queste pagine – risulta uscito ben 4 giorni prima della nostra pubblicazione.

Forse abbiamo copiato?

Pablo Lopez Ruiz Copyright

I casi sono due: o abbiamo la sfera di cristallo, o li abbiamo bellamente scopiazzati. E a dire il vero c’è pure una terza ipotesi: l’articolo è stato da loro copiato e pubblicato con una data antecedente alla nostra.
Perché fare una cosa del genere? Una risposta arriva dalla comunicazione giunta allo staff di AP per una presunta violazione di copyright, avanzata da un certo Pablo Lopez Ruiz dalla Manchester per conto del sito notizieveneto.it.

Articolo Franchi Mafia

Strano, ma neanche troppo. Infatti negli ultimi mesi i tentativi da parte di Alberto Franchi di oscurare il suo nome dall’articolo “MARMO IN BORSA: ANELLO TRA ANDREANI, FRANCHI E MAFIA?” (che invitiamo a leggere, ndr) si sono sprecati. Denunce a caso verso Carrara Assemblea Permanente, mail bonarie, richieste di diritto all’oblio, preghiere per sostituire nome e cognome con le sole iniziali (stile “La Gazzetta di Massa Carrara” o “La Voce Apuana”, ndr), eccetera.

Bivacco Aronte in “zona industriale”

Alberto Franchi

È evidente che il povero Franchi proprio non riesca in alcun modo a censurare questo articolo, e quindi ha assoldato dei geni che per stanarci nel web hanno pensato bene di buttarla sul diritto d’autore. Male male.
Nel mentre che proseguono le indagini partite dall’operazione King, ne approfittiamo per condividere con la cittadinanza l’informazione della prossima usurpazione in programma da Alberto & compari.

Passo della Focolaccia e Bivacco Aronte

Questi “pettinatori di montagne” hanno infatti messo gli occhi sul Passo della Focolaccia, avviando – tramite gli amici nell’Ente Parco delle Apuane – la dovuta azione propedeutica di modificare la caratterizzazione acustica della zona confinante dove insiste il bivacco Aronte dalla classe I alla VI. Zona industriale, in pratica. E tra l’altro, non è neppure la prima porcata che Alberto Putamorsi & co. compiono in tal senso.

Il precedente: “lubrificare l’aquila reale”

Solco di Equi Terme

Nel Solco di Equi Terme, dove i camion guadano il fiume e passano attraverso le famose sorgenti solforose, è possibile trovare lungo il tragitto camionabile una serie di cartelli che si contraddicono l’uno con l’altro (ma non per il parco ovviamente, ndr). Mentre si impone il divieto di arrampicata per non disturbare i nidi delle aquile reali, poco avanti un cartello raccomanda di lubrificare le macchine operatrici… Al fine di ridurre l’impatto acustico.
L’eventualità che il Franchi possa essere fra i soci della Nuova Gioia srl che scava ad Equi Terme, renderebbe il tutto molto spumeggiante.
Questa libertà d’azione in pieno feudo Boiardi ci fa volare con la mente, rendendo l’ipotesi di una socialist connection tra il Franchi e il vecchio Amedeo tutt’altro che fantascientifica. Ed è curioso che sia Franchi che Boiardi incappino entrambi in rapporti burrascosi con famiglie come i Muto ed altre organizzazione criminali, mafiose e non.
Il tutto sotto gli occhi vigili ma chiusi della Procura di Massa Carrara e di tutte le istituzioni conniventi.

E se avessimo davvero copiato l’articolo?

Massimo Braglia

Ma facciamo conto che la terza ipotesi di cui sopra non esista, e sia tutto un bluff. Restano le prime due, e ben sappiamo che non esistono sfere di cristallo. Per cui, potremmo anche aver copiato tutto da venetonotizie.it.
E forse, il caro capo redattore de “Il Tirreno” Massimo Braglia potrebbe così soddisfare la sua curiosità riguardo le fonti di Carrara Assemblea Permanente.
D’altronde, è noto: chi si accontenta, gode.

1 COMMENTO

Comments are closed.