Boggi e Boiardi sul Sagro fanno affari d’oro, o quasi!

Al Sagro sono cominciati i saldi, Boiardi e Boggi i primi ad arrivare... fatevi avanti Vinchesi

2
2047

 

Si affronta nuovamente una vicenda spinosa, il transito dei bisonti su strade urbane provenienti dalle cave sul Sagro e la stessa attività di queste ultime, svolta da anni in assenza dei dovuti requisiti. A tal proposito arriva fresca di stampa la revoca pca Vittoria, emessa dal Parco delle Apuane il 28 settembre 2017, che di fatto vieta qualunque attività all’interno dell’area di cava Vittoria dalla stessa data, ma oggi 2 ottobre stavano lavorando a pieno regime.

Adesso diventa interessante perché sono in corso trattative mal nascoste, Boiardi sta pagando i Ferrari, concessionari della cava Regina posta a fianco della Vittoria, con 2’500’000 di euro per far ritirare tutte le cause in corso tra i due, dopo anni di tribunali si è dimostrato che Boiardi non aveva il diritto di gestire e amministrare la Comunione dei beni sociali di Vinca dal 1993 in poi e soprattutto che le sue quote non sono mai ammontate a quanto lo stesso sosteneva, circa il 33%, che gli ha permesso fino ad oggi di ricevere utili sottratti illecitamente a tutti gli altri “comunisti” per un importo simile all’affitto che versa a lui stesso in pratica, data la sua presidenza della comunione dal lontano 1990 fino ad oggi, si parla di milioni di euro.

La cava più ambita ai piedi del Sagro è la Regina,in concessione da decenni ai ferrari,  ferma da anni per via delle beghe legali di cui sopra, risulta alquanto sorprendente come il Tribunale di Massa emetta sentenza nella quale ordina al comune di Fivizzano di rilasciare l’autorizzazione a lavorare la Regina al “Vinchese” (cosi era noto Riccardo Ferrari, imprenditore rispettato e uomo di parola, niente a che vedere con chi vi opera oggi), ed il comune si rifiuti su indirizzo del Boiardi, perché Lui ha un piano preciso, ma ancora non si capisce come faccia a lavorare dato che anche la sua Walton dovrebbe smaltire il detrito a valle, mentre i camion da detrito non possono transitare quindi li abbandona al monte come la Aleph di Boggi.

A questo punto Assemblea Permanente chiede che venga revocata l’autorizzazione al transito dei camion da blocchi, che scendono dal Sagro attraverso il nostro centro città ed i paesi a monte, rilasciata dall’ex sindaco Zubbani in deroga alla legge vigente che ne vieta il passaggio, la stessa posizione è stata presa da tutti i comuni a noi limitrofi, per ovvi motivi.

Attività che operano nella totale illegalità senza alcun rispetto per il territorio che le ospita non possono meritare alcuna grazia, in deroga alle leggi e soprattutto al buon senso.

Un consiglio ai Vinchesi, se avete delle richieste da fare a Boiardi fatele adesso che è ancora convinto di controllare tutti, non capisce che i 5’000.00 euro che garantisce mensilmente a Putamorsi, contributo pari a quello “donato” da Boggi per garantirsi la copertura non funziona più, l’accordo a cui si fa riferimento sopra, tra Boiardi ed i Ferrari per più di 2 milioni di euro, fa parte di un piano più grande che vede Boggi lavorare la Regina, e Boiardi la Vittoria mantenendo anche la sua odierna Walton.

Fisiologica quest’ultima domanda

Cosa aspetta il comune di Carrara a intervenire?

 

 

Cittadini riuniti in Assemblea Permanente

 

 

 

Commenti

2 COMMENTI