Arroganti coi più deboli, zerbini coi potenti

0
762

Arroganti DeboliDa fonti attendibili si apprende che nell’ultima verifica dei consiglieri comunali di maggioranza, il direttore della casa di riposo “Regina Elena” Ermanno Biselli sarebbe stato pesantemente messo in discussione, senza che nessuno dei presenti spendesse una parola in sua difesa. Pur non essendo di fronte a notizie certe (in questi casi il condizionale è quantomai d’obbligo), il clima fra gli scranni è di sicuro rovente.

Nell’ultimo consiglio comunale il sig.Zubbani. di fronte a dati e testimonianze inoppugnabili sul Biselli, dichiarò pubblicamente che avrebbe fatto le opportune verifiche.

Ad un individuo messo a capo di una casa di riposo comunale, che costa 117mila euro all’anno ai contribuenti, che nel 2013 ha dissestato di oltre 100.000 euro il bilancio della struttura da lui diretta (ripianandolo con tagli sanguinosi all’assistenza), che ha azzardato ad alzare le rette mensili dei pazienti scavalcando commissioni varie e LO STESSO CONSIGLIO COMUNALE (Zubbani a parte) con la speranza che la politica “ci mettesse una pezza sopra”… Un sindaco vero direbbe: Biselli, QUELLA E’ LA PORTA.

Adesso si vedrà se – con una verifica di maggioranza così “evidente” a riguardo – Zubbani sarà forse in grado di fare quello che andava fatto da anni.
Certo è che un primo cittadino, che sia costretto a dover avere pezze d’appoggio per poter procedere a mettere fine a un’ingiustizia (che sia un Biselli o che siano i “beni estimati”), mentre non esita a imbavagliare la cittadinanza che protesta, si può definire solo in un modo:

ARROGANTE COI PIU’ DEBOLI, ZERBINO COI POTENTI.