Meno di una settimana al nuovo live di #Fantiacarrarasirisuona

0
270

Meno di una settimana al nuovo live di #Fantiacarrarasirisuona, il festival musicale organizzato dall’Assemblea Permanente con lo scopo di raccogliere fondi per gli alluvionati di Marina di Carrara e offrire una vetrina a tutti i giovani artisti della zona e non solo.
Si risuona dunque e, dopo l’esordio natalizio con l’evento in Piazza 2 Giugno presso il Palazzo Civico di Carrara, si replica in grande stile con un concerto gratuito in acustico al neo-riaperto (grazie soprattutto alle pressioni dei presidianti) Palco della Musica di Piazza d’Armi, anche esso pronto a “resuscitare” grazie alla partecipazione di ospiti di primo livello. Nella giornata di domenica 15 febbraio a partire dalle ore 16.00 infatti #Fantiacarrarasirisuona partirà alla grande con gli attesissimi Kinnara, storica cover band di Fabrizio De Andrè, gruppo collaudato e raffinato pronto a fare da traino a volti nuovi come Hamidou Sow e band in rampa di lancio come Gliese, The Rain e Dominoes (selezionati tramite un contest aperto a tutta la cittadinanza).
Di stampo diverso 10376067_1606377089597330_9174673038951019874_ninvece l’apertura del primo pomeriggio (dalle 13.30 alle 15.30 circa) con una divertente parentesi per i più piccoli affidata alle Associazioni Peter Pan e Toupie Ludo&Cafè che in Piazza faranno divertire grandi e piccini in attesa dell’inizio del concerto.
La seconda tappa di #Fantiacarrarasirisuona scalda dunque i motori e si conferma come una delle pochissime iniziative musicali della città, una vera rivelazione in grado di combinare qualità musicale e beneficenza in una città che sembra essersi via via dimenticata dell’importanza culturale e aggregativa di questa preziosa forma d’arte.
L’evento, organizzato da One Love Association in collaborazione con il Gruppo Concerti dell’Assemblea Permanente (attivissima nonostante il recente sgombero), prosegue dunque la sua “crociata musicale” senza ovviamente perdere di vista lo scopo benefico per cui è stato creato, ovvero raccogliere fondi, tramite donazioni e un punto ristoro presente durante tutta la giornata, per sovvenzionare il progetto del Gruppo Aiuti nato tra i presidianti che, già al lavoro da diverse settimane, sta ristrutturando grazie a manodopera qualificata e gratuita diverse abitazioni duramente colpite dall’alluvione a Marina di Carrara.
Non mancheranno sorprese dell’ultimo minuto, nel frattempo segnatevi la data del 15 febbraio… a Carrara si risuona, ancora!

Commenti