VERBALE DI ASSEMBLEA  14/11/2014

0
512

L’assemblea riunitasi presso la sala di rappresentanza del comune ha deliberato e dibattuto sul seguente ordine del giorno:

Introduzione:

Discorso introduttivo che illustra che negli ultimi giorni, molti sono stati gli episodi volti a destabilizzare la nostra azione, che si sottolinea PACIFICA e APARTITICA.

Nessuna posizione è mai stata deliberata dall’assemblea in merito alla chiusura di cave o porto e non ha alcuna intenzione di mettere in rischio i posti di lavoro della città che ha intenzione di proteggere da questa giunta.

L’unicità di quest’assemblea oramai arrivata al settimo giorno, ribadisce che ha come unico obbiettivo le dimissioni del sindaco e della sua giunta.

  • Lettura del comunicato degli ultrà della Carrarese che esprime profonda solidarietà alla popolazione della città essendo in prima linea sul territorio.

Il gruppo rimarca la loro apartiticità e che l’obiettivo è comune a quello dell’assemblea.

Il comunicato sarà divulgato on line e su la bacheca dell’Assemblea.

Ordine del giorno:

  1. Si propone di poter affiggere striscioni e/o manifesti su quelle opere finanziate con soldi della collettività e non agibili a quei cittadini che in fin di battuta le hanno finanziate con le loro tasse e non possono usufruirne.
  1. Visto che, alla fase attuale il sindaco e la sua giunta non prende in considerazione le dimissioni e che alla mozione di sfiducia mancano ancora quattro firme, si propone all’assemblea di fare un esposto agli organi preposti. Tale mozione è approvata con schiacciante maggioranza.

 

  1. L’assemblea ritiene necessaria, oltre alle attuali azioni di sostegno, una maggior presenza sul territorio, in special modo nelle zone in criticità come Marina di Carrara, si propone all’assemblea di poter allestire presso la zona interessata un piccolo presidio dove poter raccogliere eventuali richieste di sostegno e informare quelle persone che al momento ancora non siano a conoscenza del presidio cittadino e dei suoi obbiettivi. L’assemblea approva.
  1. Visto il punto precedente, si ritiene opportuno, e si delibera positivamente, di effettuare un’assemblea a Marina di Carrara. Modalità, luogo e data ancora da decidere.
  1. Proposta di poter partecipare ai tavoli di consulta istituzionale, ove i quali sono assegnati appalti e competenze derivanti dai fondi pubblici e privati. Su tale punto l’assemblea si esprime in senso positivo.
  1. Si propone di effettuare la manifestazione il giorno 22 Novembre, e si dibatte sul far partecipare i giovani delle scuole a tale evento, su tale discussione l’assemblea rinvia il giudizio alla prossima assemblea.

’assemblea riunitasi presso la sala di rappresentanza del comune ha deliberato e dibattuto sul seguente ordine del giorno:

Introduzione:

Discorso introduttivo che illustra che negli ultimi giorni, molti sono stati gli episodi volti a destabilizzare la nostra azione, che si sottolinea PACIFICA e APARTITICA.

Nessuna posizione è mai stata deliberata dall’assemblea in merito alla chiusura di cave o porto e non ha alcuna intenzione di mettere in rischio i posti di lavoro della città che ha intenzione di proteggere da questa giunta.

L’unicità di quest’assemblea oramai arrivata al settimo giorno, ribadisce che ha come unico obbiettivo le dimissioni del sindaco e della sua giunta.

  • Lettura del comunicato degli ultrà della Carrarese che esprime profonda solidarietà alla popolazione della città essendo in prima linea sul territorio.

Il gruppo rimarca la loro apartiticità e che l’obiettivo è comune a quello dell’assemblea.

Il comunicato sarà divulgato on line e su la bacheca dell’Assemblea.

Ordine del giorno:

  1. Si propone di poter affiggere striscioni e/o manifesti su quelle opere finanziate con soldi della collettività e non agibili a quei cittadini che in fin di battuta le hanno finanziate con le loro tasse e non possono usufruirne.
  1. Visto che, alla fase attuale il sindaco e la sua giunta non prende in considerazione le dimissioni e che alla mozione di sfiducia mancano ancora quattro firme, si propone all’assemblea di fare un esposto agli organi preposti. Tale mozione è approvata con schiacciante maggioranza.
  1. L’assemblea ritiene necessaria, oltre alle attuali azioni di sostegno, una maggior presenza sul territorio, in special modo nelle zone in criticità come Marina di Carrara, si propone all’assemblea di poter allestire presso la zona interessata un piccolo presidio dove poter raccogliere eventuali richieste di sostegno e informare quelle persone che al momento ancora non siano a conoscenza del presidio cittadino e dei suoi obbiettivi. L’assemblea approva.
  1. Visto il punto precedente, si ritiene opportuno, e si delibera positivamente, di effettuare un’assemblea a Marina di Carrara. Modalità, luogo e data ancora da decidere.
  1. Proposta di poter partecipare ai tavoli di consulta istituzionale, ove i quali sono assegnati appalti e competenze derivanti dai fondi pubblici e privati. Su tale punto l’assemblea si esprime in senso positivo.
  1. Si propone di effettuare la manifestazione il giorno 22 Novembre, e si dibatte sul far partecipare i giovani delle scuole a tale evento, su tale discussione l’assemblea rinvia il giudizio alla prossima assemblea.

Commenti