Carrara si Fa Bella con il Cinema Baluardo

0
596

Bastava poco, pochissimo per tornare a proiettare, dopo anni di vergognoso digiuno, un film a Carrara. Bastava un progetto essenziale, una scelta di buone pellicole al servizio di una platea eterogenea e, soprattutto, la voglia di rompere un tabù che oggettivamente stava diventando una mancanza piuttosto evidente nel panorama degli eventi culturali della città.

In questo senso il Cinema all’aperto dell’Assemblea Permanente, nella suggestiva location della scalinata di via Baluardo, nasce proprio così, senza nessun aiuto ma con tanta voglia di dimostrare che di fronte a una valida offerta la cittadinanza risponde sempre calorosamente, nonostante intere stagioni caratterizzate da vuoti di iniziative imperdonabili.

E così mentre l’amministrazione continua a tralasciare la questione SuperCinema e Garibaldi e l’immagine di una zona invasa da cinema con frequenti programmazioni resta ormai un ricordo delle generazioni passate, ecco spuntare le prime 4 serate gratuite del “Nuovo” Cinema Baluardo, inaugurato ufficialmente ieri sera e accolto con entusiasmo da un pubblico sorpreso e incuriosito allo stesso tempo.

CILAgAZWwAASAPL

 

A coronare il tutto ci ha pensato poi il coinvolgente racconto di Salgado-Wenders “Il sale della terra”, documentario candidato all’Oscar pluripremiato nei Festival di mezzo mondo, capace di catturare e affascinare con le sue immagini le oltre 100 persone presenti.

Bastava poco, pochissimo, ma come accade ugualmente per l’organizzazione di concerti o feste all’aperto (si veda il successo del pomeriggio al parco della Padula) serve sempre qualcuno che metta la sveglia e scelga di realizzare qualcosa di nuovo o di necessario per Carrara in contrasto col totale disinteresse dell’amministrazione locale che, anche per quanto riguarda questo ambito specifico, ha finito per abituare la città a una mediocrità allarmante, salvo poi “accontentarla” raramente con qualche appuntamento dal sapore (spiace dirlo) di elemosina. E una città costretta a elemosinare una proiezione cinematografica estiva è, indiscutibilmente, una città che ha bisogno di aiuto.

Un aiuto che “Carrara si fa bella” proverà a dare anche lunedì 29 giugno con la seconda serata di “Cinema baluardo”, incentrata sullo scomodo film del regista statunitense Gus Van Sant “Promised Land”.

Commenti