COMMISSIONE SUL TURISMO: I CONSIGLIERI DRIBBLANO I CITTADINI

0
513

cava romanaSi condivide con la cittadinanza l’increscioso fatto avvenuto nella giornata di lunedì in concomitanza con la commissione al turismo, presso il comune di Carrara.

Tre cittadini, giunti al palazzo verso le 11.30 (orario in cui avrebbe dovuto iniziare la commissione) per assistere al dibattimento, trovano i consiglieri nel piazzale antistante.
Dopo 10 minuti i consiglieri sono ancora all’esterno, suscitando perplessità fra i cittadini che aspettano all’interno, in quanto in bacheca è chiaramente riportato l’orario di inizio e il luogo della commissione, con l’aggiunta che alla fine della commissione ci sarebbe stato un intervento alle cave.

Preoccupati perché nessun consigliere giunge in aula, i tre cittadini decidono di uscire per capire cosa stia succedendo, scoprendo con disappunto che i consiglieri hanno optato per dirigersi direttamente alle cave, ed espletare in loco la commissione stessa.
In extremis, due dei cittadini riescono ad aggiungersi alla trasferta: uno con mezzi propri, l’altra gentilmente accompagnata dal consigliere Martinelli.

Va denotato, comunque, l’atteggiamento quantomeno “pressapochistico” di certi consiglieri, ormai ben abituati (seppur con malcelata insofferenza) alla presenza della cittadinanza che protesta all’interno di TUTTE le commissioni. Se non ci fosse stata una certa prontezza da parte del pubblico, e se non ci fosse stata la disponibilità di un consigliere di opposizione, non sarebbe stata possibile la presenza dello stesso in cava.

Sarebbe preferibile che le commissioni si attenessero maggiormente ai propri ODG e agli orari da loro stessi prestabiliti, quantomeno per conferire quel minimo di serietà ad un organo comunale che – troppo spesso – viene ridotto all’impotenza dalla giunta comunale, che attraverso le proprie delibere scavalca continuamente sia il consiglio comunale che i consiglieri.

Commenti